Attività di promozione e sviluppo

Unioncamere Liguria supporta e promuove la realizzazione di reti di collegamento funzionali al movimento di merci e passeggeri sul territorio regionale, inclusi i grandi flussi di attraversamento d’interesse europeo.

La presenza di una rete di infrastrutture e di trasporto efficiente è infatti un presupposto fondamentale per lo sviluppo economico e la competitività del territorio.

Infrastrutture diffuse e più efficienti portano più imprese e sono quindi fondamentali per la crescita del territorio.

Unioncamere Liguria fa parte della Comunità delle Camere di Commercio dell´Asse ferroviario Nord-Sud Rotterdam-Duisburg-Basilea-Lötschberg/Sempione-Genova (Asse 24), gruppo d’interesse costituito nel 2004 con l’obiettivo di promuovere la realizzazione del corridoio ferroviario che collegherà l’Europa da sud a nord attraverso i porti della Liguria, sino agli scali di Anversa in Belgio e di Rotterdam in Olanda.

Compiti della Comunità

  • azione di lobby presso le istituzioni politiche competenti
  • coordinamento dei progetti infrastrutturali che contribuiscono a incrementare l'attrattività dell'asse ferroviario
  • promozione dell’offerta di prestazioni di trasporto sull’asse ferroviario rispondenti alle esigenze di mercato

La partecipazione dell'Unione regionale alla Comunità si inserisce nel contesto delle attività finalizzate al miglioramento della dotazione infrastrutturale del nodo ferroviario genovese e dei suoi collegamenti con l'arco costiero mediterraneo (linea Genova-Marsiglia) e l'hinterland padano/europeo (Terzo Valico). Per quanto attiene alla linea Genova-Marsiglia, Unioncamere Liguria sostiene e promuove la realizzazione di una linea ferroviaria ad alta capacità tra Genova, Marsiglia e Barcellona con l'obiettivo principale di promuovere l'inserimento del Corridoio Mediterraneo all'interno delle reti TEN-T.

Tra gli obiettivi principali di Unioncamere Liguria, ricordiamo la volontà di potenziare la capacità di inserimento nei mercati europei delle PMI del territorio ligure. É per questo motivo che l'Unione regionale sostiene la realizzazione di nuove grandi infrastrutture come il Terzo Valico. Il Terzo Valico potrebbe rappresentare un raccordo più veloce ed efficiente tra l’Alessandrino e Genova e, in prospettiva, tra il capoluogo piemontese e quello ligure. Lo sforzo complessivo rappresentato dalla realizzazione del Terzo Valico e dal potenziamento dell’autostrada A7 sulla direttrice Genova-Milano rappresenterebbe un percorso di connessione veloce con caratteristiche tecniche e funzionali adeguate ai traffici portuali del polo genovese, costantemente in crescita negli ultimi anni.

Nella stessa ottica, per garantire la maggiore competitività sui mercati nazionali e internazionale delle PMI liguri, Unioncamere Liguria partecipa e sostiene i progetti relativi alla Gronda per il potenziamento del nodo autostradale genovese.